Uno degli incubi più grandi del nomad worker è rimanere con lo smartphone o il pc scarico. Se connettersi al Wi-Fi è più o meno semplice in ogni angolo del mondo, non è lo stesso per il collegamento alla corrente elettrica.
E se ad avere bisogno di un po’ di ricarica non è lo smartphone, ma sei tu, lavoratore nomade? Allergici, a dieta, buongustai, foodbloggers, ognuno ha esigenze, gusti, preferenze o golosità: quando si è in viaggio, sapere dove e cosa mangiare è fondamentale.

Worldplug

La realtà del viaggiatore è fatta di adattatori, anche senza fare viaggi intercontinentali: dimmi dove vai e ti dirò che presa trovi.

 

Yelp

È una guida online che aiuta a trovare i posti migliori dove mangiare, fare acquisti, bere un drink, godersi un po’ di relax e giocare.

 

Coffee Break

Per essere efficienti, ogni tanto bisogna prendersi una pausa e recuperare concentrazione ed energie. Con questa app, disponibile sia per iOS che per Android, una volta stabiliti orario e durata dei vostri break, il pc (o lo smartphone) andrà automaticamente in stand-by, obbligandovi ad alzarvi e andare a bere quel caffè.

Zomato

Il social network per food lovers…nato dalla collezione di menù di ristoranti del fondatore.

 

Focus Booster

Per mantenere la concentrazione, avere maggiore capacità di focalizzazione, essere più costanti, ma anche per mantenere la cognizione del tempo e rendersi conto di quando è ora di fare una pausa…provate la tecnica del pomodoro.

Minube

La community ispirazionale: consulta idee, pensieri, suggerimenti di altri viaggiatori in tutto il mondo.